L' IBD-Team

Un team di specialisti per le malattie infiammatorie croniche intestinali (M.I.C.I.)
presso gli Spedali Civili di Brescia

Il caso di Sara B.

Quando Sara B., 35 anni, è giunta nel nostro ambulatorio di Gastroenterologia nell’ottobre 1997  aveva subito 2 laparoscopie ginecologiche per dolore addominale cronico prima che il riscontro di un ascesso addominale ed il conseguente intervento chirurgico portasse alla diagnosi di morbo di Crohn.

Successivamente all’intervento Sara è stata ripetutamente trattata con cicli di cortisone per la comparsa di diarrea e dolori addominali ed, in una circostanza, per dolori articolari intensi.
Al momento della nostra visita Sara lamentava recidiva di diarrea con crampi addominali, deficit nutrizionali ed una condizione di osteoporosi secondaria all’abuso di terapia cortisonica.

Il caso di Sara B. è esemplificativo della complessità che talora il trattamento delle MICI comporta per due motivi principali. Il primo motivo di complessità  è che frequentemente si rende necessario un trattamento medico più articolato che non il ripetitivo ricorso a terapie cortisoniche.

Talora può essere  necessario intraprendere terapia con farmaci immunomodulatori o con farmaci cosiddetti “biologici” per affrancare il paziente dal trattamento cortisonico e dai suoi gravi effetti collaterali. In altri casi può rendersi necessario prendere in considerazione un’opzione chirurgica, od un intervento di endoscopia terapeutica, oppure il trattamento locale di lesioni dermatologiche.
Il secondo motivo di complessità nel trattamento delle MICI è dovuto alla frequente presenza di sintomi che si presentano al di fuori del tratto gastroentrerico quali artriti (come nel caso di Sara), ma anche alterazioni a livello epatico, calcoli renali o della colecisti, ulcere cutanee.

Oltre a queste complessità terapeutiche vanno aggiunte complessità anche a livello diagnostico che in alcune occasioni richiedono il ricorso a sofisticate procedure diagnostiche per le quali la competenza di un radiologo, di un istologo o di un endoscopista esperto in MICI è indispensabile.

 

 
Università degli Studi di Brescia Spedali Civili di Brescia
Perché un team per le MICI?
Queste considerazioni rendono conto della  necessità di affrontare la diagnosi e la cura delle malattie infiammatorie intestinali con un lavoro di gruppo mediante la costituzione di un “team” di medici esperti nelle varie articolazioni del trattamento delle MICI.

 

Come opera team per le MICI
Attività ambulatoriale, in degenza, Creazione ed aggiornamento di data-base MICI, meeting e attività didattica - divulgativa.

 

Uno sguardo ai risultati
La presenza di un gruppo di specialisti interessati alla diagnosi ed alla cura delle MICI e la loro progressiva integrazione a formare un team ha determinato un progressivo incremento dei pazienti che si rivolgono alla nostra struttura.
IBD Brescia - Piazzale Spedali Civili n.1, 25123 Brescia (BS), Italy | Contatti | Mappa sito | Privacy | Home page | Credits